Giovedì 28 giugno, una passeggiata romantica

      Commenti disabilitati su Giovedì 28 giugno, una passeggiata romantica

Ore 7.30, sono già sveglia e decisa a camminare per fare un po’ di attività. In un camper è impossibile essere discreti e silenziosi ma Paolo tenta di continuare il suo sonno invano perché riesco a persuaderlo, ormai gli tocca. I ragazzi dormono ancora profondamente. Scoprire questa piccola cittadina marittima mi mette di buon umore e mano nella mano facciamo una bella passeggiata arrivando fino al porto dove ci sono tanti piccoli bar, facciamo colazione e ci godiamo lo scenario. La giornata è stupenda, Argelés-sur-mer si sta svegliando con i suoi pescatori, operatori turistici, fruttivendoli, ecc. Ci resterei per sempre!

Al rientro Nathan è quasi pronto per il nostro appuntamento osteopatico. Troviamo lo studio di Erwan in una stradina sul mercato, ci accoglie cordialmente e ci chiede di attendere un momento perché ancora occupato. Nel frattempo arrivano altre due signore, una con la gamba ingessata che cammina grazie al carrello, è francese ma sposata con uno spagnolo ed è in vacanza, sfortunatamente è scivolata fratturandosi un piede, (azz, allora c’è qualcuno più sfigato di me). L’altra soffre di artrosi e vive lì. Ci capiamo a stento ma nella saletta l’attesa diventa vivace e divertente tra una battuta e l’altra. Ora tocca a noi, entriamo nella sala di Erwan e restiamo ancora soli. Nathan si mette sul lettino con le scarpe e io lo rimprovero ma lui mi dice: “Mamma, guardati intorno, sembra uno studio della seconda guerra mondiale”. Effettivamente non ha tutti i torti. L’osteopata è molto simpatico, ci ha ascolati, ha fatto una piccola lezione sulla meccanica dello scheletro, cric e crac e poi dato dei consigli. Straordinario, Nathan è rinato in pochi giorni come previsto da Erwan. Il tutto in francese e per 60€.

Il pomeriggio io e i gemelli andiamo in spiaggia a rilassarci mentre Paolo e Nathan si recano presso un concessionario FIAT per chiudere il buco del Mostro con una lamiera provvisoria e poter proseguire il viaggio la mattina seguente in tutta tranquillità. La Spagna ci attende. Olé!

Organizzazione: prima di ripartire per la tappa successiva, controllate di avere tutte le informazioni in merito, merenda o spuntino già preparato mentre siete in viaggio.